RECENSIONI
LA REPUBBLICA
La lettura è piacevole e i personaggi sono molto ben caratterizzati in un contesto siciliano
MILANONERA
L’'atroce barbarie della guerra civile balcanica fa da cornice a un mosaico angosciante che predica la violenza sui più deboli.
EUROPOLAR
In un libro di un autore  dal ricco mondo interiore e dal profondo senso etico come Mistretta c’è sempre qualcosa in più di una semplice storia di crimini più o meno gravi o complicati da risolvere
KULT VIRTUAL PRESS
Roberto Mistretta continua a deliziare il pubblico con il carabiniere più simpatico d’Italia, l’indolente Bonanno, brusco nei modi, morbido nell’animo e amante della buona tavola, che si trova alle prese con casi inquietanti.
LETTERATITUDINE
Bonanno si esaminava con occhio impietoso e disfattista: sbirro di provincia prossimo alla quarantina, perennemente in soprappeso, per non dire grasso, con una figlia già grande, un’ex moglie scappata di notte con un trapezista, una madre come donna Alfonsina e due cani che amava come veleno per topi.
MANGIALIBRI
Un libro davvero bello e intenso, che riesce a trasmettere un’avvincente fascinazione.
MILOCCA WORDPRESS
Mistretta come sempre riesce a far vibrare le corde dell’animo umano, ci sbatte sul muso meschinità terrene oltre ogni immaginazione.
SIKELIA NEWS
Roberto Mistreta costruisce un romanzo che avvince e, come tutti i gialli, promette e mantiene colpi di scena.
La foto del castello Manfredonico-Chiaramontano di Mussomeli utilizzata come sfondo, è di Maurizio Di Maria

FOLLOW ME

  • Facebook Social Icon
  • YouTube Social  Icon

© 2023 by Samanta Jonse. Proudly created with Wix.com